Centro Ipopressiva > Blog > prolasso > Prolasso degli organi pelvici

Prolasso degli organi pelvici

prolasso

Gli organi pelvici sono normalmente stabilizzati e sostenuti dai legamenti e dai muscoli del pavimento pelvico.

prolasso

Se questi muscoli perdono tono allora perdono anche la loro funzione di sostegno. Se ciò accade, una parte, uno o più organi pelvici possono perdere la loro corretta posizione e fuoriuscire. In questo caso si verifica un prolasso degli organi pelvici.

Questo può accadere dopo il parto, in menopausa, con l’invecchiamento, dopo intervento chirurgico nella zona pelvica, per obesità…. e in tutti i casi in cui il pavimento pelvico non riesce a gestire la pressione interna.

I sintomi che preavvisano di un rischio di prolasso sono

  • sensazione di pesantezza nella vagina
  • “protuberanza” percepita o visibile che fuoriesce dalla vagina
  • rapporti sessuali dolorosi o insoddisfacenti
  • difficoltà nello svuotamento vescicale o intestinale
  • infezioni ricorrenti del tratto urinario
  • dolore pelvico
  • problemi di continenza urinaria e minzionali

diversi tipi di prolasso urogenitale prendono il nome dall’organo interessato:

  • Parete posteriore della vagina: prolasso del retto (rettocele) o dell’intestino tenue (enterocele)
  • Parete anteriore della vagina: prolasso della vescica (cistocele) o dell’uretra (uretrocele)
  • La parte superiore della vagina: prolasso vaginale (apicale)
  • L’utero: prolasso uterino o isterocele.

La riabilitazione del tono della muscolatura perineale può aiutare molto si per prevenire che per trattare questo disturbo.

La ginnastica ipopressiva è il metodo più consigliato a questo scopo perchè non solo permette di recuperare il tono dei muscoli pelvici ma anche di migliorare la loro risposta autonoma e involontaria. Di fatto si tratta di una vera e propria rieducazione dei muscoli pelvici che favorisce il ripristino della loro naturale funzionalità.

Chiedi informazioni sui corsi

Nessun campo trovato.
Previous post Perchè gli esercizi ipopressivi sono così efficaci? Next post Diastasi addominale: che cos’è e cosa puoi fare

Related posts

Hello.